Cosa non è pornografia

Negli Stati Uniti, una decisione durante un procedimento penale del luglio 2014 in Massachusetts (COMMONWEALTH v. John REX.) Ha stabilito una determinazione legale di ciò che non era da considerarsi “pornografia” e in questo caso particolare “p*d*pornografia”. È stato stabilito che fotografie di bambini nudi riprese da fonti come la rivista National Geographic, un libro di testo di sociologia, e un catalogo per nudisti non erano classificabili come pornografia in Massachusetts, anche se in possesso di un molestatore sessuale condannato e (al momento) in carcere. Negli Stati Uniti, alcuni tribunali hanno applicato la legge sulla protezione del copyright per materiale video porno. Anche se la prima legge sul copyright degli Stati Uniti, in particolare, non prevedeva contenuti osceni, questa riserva è stata in seguito rimossa. La maggior parte del lavoro nel mondo del porno è teoricamente lavoro su commissione e ciò significa che gli attori pornografici non ricevono i diritti d’autore prescritti dalla legge per le loro performance. Di particolare difficoltà è il mutevole atteggiamento della comunità riguardo ciò che è considerato osceno, il che significa che le opere possono scivolare dentro e fuori dalla protezione del copyright in base alle norme vigenti sulla decenza. Questo non è stato un problema con la legge sul diritto d’autore vigente fino al 1972, quando la protezione del copyright richiedeva la registrazione. Ma quando la legge è stata modificata per rendere la protezione del copyright automatica, e per la vita dell’autore.